AikidoPerché il REN BU KAN?

Per ricordare il Dojo storico di arti marziali del M° Filippini.
Purtroppo oggi questo luogo non esiste più; al suo posto sono sorti una banca e una scuola di ballo.

Oggi, che siamo diventati insegnanti di Aikido, “sentiamo” ancora forte il richiamo di quel luogo speciale; una sorgente da cui noi tutti abbiamo attinto, alla quale dobbiamo molta riconoscenza.
Un posto in cui trovare lo spirito e l’amicizia pura che ci ha permesso, e ci permette tuttora, di continuare a cercare la nostra via.

Come dimenticare all’ingresso l’affresco del pittore Paolo Costa, che raffigurava l’Armonia e l’acquario marino tropicale che riproduceva il perfetto stile orientale, giapponese.
Come dimenticare la scalinata che portava al Dojo, dove a metà bisognava lasciare gli zori. Ed il cartello grande su in alto che diceva:<<SILENZIO>>; e si sentiva solo il rumore delle cadute sul Tatami.

Mentre scrivo mi viene alla mente un altro Dojo storico: la palestra Ryugi di Torino del M° Visentini dove, come gruppo Aikido Makoto, abbiamo partecipato all’ultimo Stage.

Penso che tutti noi, in quel posto, abbiamo lasciato un po’ di cuore. Perché fa parte di quei Dojo in cui la pratica delle arti marziali è ancora vera.
Perché Filippini è il MAESTRO.

E noi cerchiamo di trasmettere quelli che erano, e sono, i suoi metodi d’insegnamento.
E’ da questo punto fermo che nasce l’idea in noi, insegnati dell’AIKIDO MAKOTO MILANO, di ricordarlo sia nello spirito ma anche e soprattutto nel nostro modo di trasmettere l’arte dell’AIKIDO.

Attualmente il Gruppo AIKIDO MAKOTO MILANO è associato alla FESIK diretta dal M° M. Nehme.


Renbukan

Seguici su

Per info
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Scroll to top